Hundredrooms logo

Appartamenti Vacanze a Bruxelles

Top Alloggi Vacanze a Bruxelles

Alloggi Vacanze a Bruxelles economici

Stai organizzando il tuo viaggio a Bruxelles ma ancora non sai dove alloggiare? Sei nel posto giusto: su Hundredrooms trovi più di 10.000 appartamenti vacanze a Bruxelles e risparmi fino al 50%. Confronta le offerte e prenota il tuo alloggio vacanze a Bruxelles da 19€. Filtra le offerte in base ai servizi preferiti che desideri nel tuo alloggio: wi-fi, colazione inclusa, bed & breakfast e molto altro. Compara i prezzi delle case vacanze e preparati al tuo soggiorno: scegli di alloggiare in centro, a due passi dalla Grand Place e dal Municipio, con la sua Tour Inimitable. Oppure scegli un appartamento vacanza nella zona del Parlamento Europeo, per non perderti nulla di quello che il centro di questa città ha da offrirti. Allora, sei pronto al tuo viaggio nella capitale del Belgio? A trovare un alloggio vacanze perfetto per te, nel frattempo, ci pensiamo noi!

Bruxelles: una città d'arte tutta da scoprire

Bruxelles è una città perfetta, da visitare con la famiglia, ma anche in coppia e con gli amici. La grande disponibilità di alloggi vacanze di ogni tipo in pieno centro, ti permetterà un soggiorno comodissimo, immerso a pieno nell'atmosfera di Bruxelles, alla scoperta dei tanti monumenti e punti di interesse da non perdere!

  • Grand Place: una delle piazze più belle del mondo, oltre che il centro nevralgico di Bruxelles. Gli appartamenti vacanze vicino alla Grand Place sono, ovviamente, i più ricercati dai turisti. Patrimonio Mondiale dell’Unesco, questa piazza è circondata dai principali monumenti cittadini e dalle cosiddette Case delle Corporazioni, che raccontano la storia dei mestieri che si sono succeduti nella città. Molto molto interessante.
  • Municipio di Bruxelles: capolavoro dello stile Gotico Brabantino, lo stile architettonico più diffuso di Bruxelles. Eretto tra il 1402 e il 1455, la sua vista notturna è spettacolare, con la torre del Municipio che svetta sulla piazza.
  • Tour Inimitable: eccola qui, la torre del Municipio. Come dicevamo, svetta sulla piazza e per la sua bellezza viene, appunto, definita Inimitable. Eretta da Jan Van Ruysbroeck, in cima alla sua guglia si erge il gruppo di statue di San Michele e il diavolo, emblema della città.
  • Maison du Roi: altro elemento della Grand Place di Bruxelles, è un altro esempio dello stille gotico belga. Inizialmente, nel XIII secolo, questo edificio (molto diverso rispetto a ora) ospitava il mercato del pane. Puoi immaginare quanta vita e quanto movimento ospitava, lì, nel cuore di Bruxelles. Oggi è sede del Museo Civico e a partire dal 1998 è Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO.
  • Palazzo Reale: è la residenza ufficiale del re del Belgio, anche se poi i reali di fatto vivono nel castello reale di Leaken, fuori dalla città. Maestosi gli interni, con ornamenti dorati, tappeti e opere d’arte, oltre che il famoso soffitto della Sala degli Specchi e la Sala del Trono.
  • Palazzo di Egmont: attualmente ospita il ministero degli esteri belga. È una grande dimora signorile, uno dei posti più belli da vedere a Bruxelles.
  • Atomium di Bruxelles: struttura molto singolare, situata all’interno del Parco Heysel, a nord della città. La sua forma particolare rappresenta un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. Il risultato? Una struttura alta più di100 metri, composta da 9 sfere con un diametro di 18 metri l’una, adatte ad ospitare concerti, conferenze e mostre. Venne costruito in occasione dell’Expo 1958.
  • Case di Victor Horta: altro bene protetto dall’UNESCO, oltre che una tra le opere architettoniche più belle d’Europa. Si tratta di una serie di edifici, per lo più alberghi, progettati da Victor Horta, architetto belga precursore dell’Art Nouveau.
  • Cattedrale di Bruxelles: anche chiamata Cattedrale di San Michele e Santa Gudula, è una delle bellezze principali di Bruxelles. Una chiesa cattolica di stampo romano, composta da blocchi di pietra di Gobertange. Bellissima, maestosa al suo interno, tanto da risultare quasi spaventosa. E in effetti era un po’ questo lo scopo dello stile gotico, che rende l’uomo visitatore estremamente piccolo rispetto alla maestosità della struttura. Da visitare, aperta tutti i giorni dalle 7.30 alle 18.
  • Manneken Pis: uno dei simboli di Bruxelles, è una statua di un bambino che… fa la pipì! Tra le leggende riguardo le sue origini, la più famosa racconta di un bambino che spense la miccia di una bomba proprio in questo modo. La particolarità di questa statua è che quasi ogni giorno viene vestita con abiti diversi, conservati presso il museo della Casa del Re, nella Gran Place.
  • Jeanneke Pis: questa votla a fare la pipì è una bambina, raffigurata in questa statua che compone una vera e propria fontana. La storia in questo caso è piuttosto sicura e comprovata, oltre che molto interessante: una strategia di marketing ante-litteram, attuata da un ristorante un po’ nascosto per attirare i suoi clienti. Oggi il ristorante non c’è più, la fontana rimane e gli innamorati che vi lanciano dentro una moneta, secondo la leggenda, sono destinati a stare insieme per sempre. Pochi lo sanno: c’è una terza statua che completa la serie. Rappresenta, questa volta, un cane randagio, il cosiddetto Zinneke Pis. Sarai in grado di trovarlo? È un po’ nascosto, all’angolo tra Rue de Chartreaux e Rue du Vieux-Marché.
  • Fortificazioni di Bruxelles: sono le mura di Bruxelles, risalenti al XIII secolo. Non tutte sono ancora visibili e il loro punto più famoso è costituito sicuramente dalla Porta di Halle, l’unico resto della seconda cerchia muraria di Bruxelles.
  • Parco del Cinquantenario: un parco urbano di ben 30 ettari, situato nella parte est del quartiere europeo. Con una forma a ferro di cavallo, la sua costruzione venne commissionata dal re Leopoldo II in occasione dell’esposizione nazionale del 1880, al fine di celebrare il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza belga. Il famoso arco di trionfo centrale, però, venne costruito più avanti, nel 1905.
  • Autoworld: nei pressi del Parco del Cinquantenario, se sei appassionato di automobili e di storia dei motori devi assolutamente fare una visita qui.
  • Museo Reali delle Belle Arti: è un gruppo di vari musei, considerati tra i più famosi del Belgio. Tra questi il Museo d’Arte Antica e il Museo d’Arte Moderna. Un vero must seen per gli appassionati di storia dell’arte.

Appartamenti vacanza a Bruxelles nelle migliori zone della città!

Bruxelles è il centro della vita politica ed economica europea, grazie alla presenza di varie istituzioni come la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea. Come mai venne scelta proprio Bruxelles? Il motivo è principalmente logistico, essendo questa città situata quasi precisamente al centro geografico dell’Europa: tutti i leader europei, per raggiungerla, devono percorrere più o meno la stessa strada! Ma Bruxelles non è solo politica. Una città ricca di storia e di bellezze artistiche, che ha sempre attirato l’attenzione delle grandi potenze europee per le sue ricchezze e attività commerciali. Da qui sono passati austriaci, spagnoli e francesi. E ogni volta che si pianifica una vacanza a Bruxelles il quesito è sempre lo stesso: dove alloggiare? Quali sono i migliori quartieri dove dormire a Bruxelles? Proviamo a darti una mano:

  • Centro: il cuore della città, con i suoi quartieri medievali che giungono tutti alla Grand Place, la piazza principale. Gli appartamenti vacanza in centro a Bruxelles sono la soluzione perfetta per vivere a due passi da tutte le attrazioni principali. Qui si trova il Municipio della città, la Cattedrale Gotica di St. Michel et St. Gudule, la Place Sainte Catherine e l’elegante Rue Antoine Dansaert, la via dello shopping della città. Il centro è il luogo perfetto dove alloggiare a Bruxelles se avete a disposizione solo pochi giorni: tutti i luoghi di interesse principali saranno raggiungibili a piedi e una passeggiata per il centro di questa città è qualcosa di davvero magico!
  • Schuman, Quartiere Europeo: come è facilmente immaginabile, questa città offre una gran quantità di alloggi vacanza nella zona del Parlamento Europeo. Il quartiere Schuman è il luogo dove si concentrano gli edifici più moderni e le sedi istituzionali dell’Unione Europea. Facilmente raggiungibile in treno, questa zona ospita anche alcuni musei, oltre alla Place du Luxembourg, che con i suoi ristoranti e bar è una delle zone più popolate della città.
  • Sablon e Marolles: due dei quartieri più movimentati della città. Alloggiare in questa zona di Bruxelles è l’ideale per gli amanti della cultura, grazie alla presenza di musei come il Royal Museums of Fine Arts. E poi tante botteghe artigiane e mercatini, che conferiscono a questa zona un’atmosfera davvero particolare. Marolles è inoltre il quartiere più divertente da vivere la sera, oltre che il posto giusto se vuoi scoprire l’anima tradizionale e autentica di questa città.
  • Dansaert: è il quartiere della moda, con la presenza di boutique degli stilisti più famosi, oltre che negozi vintage e gallerie d’arte.
  • Ixelles: se sei appassionato di moda, anche questa zona potrebbe essere quella giusta dove cercare una casa vacanze. Quasi tutti i negozi principali sono presenti su Avenue Louise, una delle zone più eleganti della città. La sera si trasforma, animandosi di feste e musica dal vivo nei tanti locali presenti.
  • Saint-Gilles: come ogni città centro-europea che si rispetti, anche Bruxelles ha il suo quartiere bohemien. Vicoletti, piazze nascoste, residenze eleganti: un quartiere davvero particolare, perfetto dove dormire per chi ama l’arte.

Alloggi vacanza per un viaggio romantico a Bruxelles

Alloggi Vacanze in Belgio nelle occasioni speciali

Bruxelles è una delle città più visitate d’Europa durante tutto l’anno. Motivo per cui offre una gran quantità di soluzioni in quanto ad alloggi turistici, soprattutto nella sua zona centrale. Molto suggestiva durante il periodo natalizio e capodanno, anche se le temperature tra dicembre e gennaio scendono spesso e volentieri sotto lo zero. Il periodo in cui il turismo vede un discreto aumento è quello primaverile/estivo, anche in occasione di alcuni degli eventi principali della città. Uno di questi è l’Ommegang, una processione in costume che si tiene all’inizio di luglio, momento molto importante per lo spirito nazionale belga. E poi il Beiboom, nel quartiere Les Marolles, all’inizio di agosto, anche in questo caso una chiassosa manifestazione in costume, molto pittoresca, che ricorda la vittoria sulla città di Leuven. Visitare Bruxelles in estate potrebbe essere una buona soluzione per le vostre vacanze, con il prezzo medio degli alloggi vacanze leggermente più elevato rispetto al resto dell’anno, ma comunque accessibile, intorno ai 55€ a notte.

Una vacanza a Bruxelles alla scoperta della sua cucina

Pensando al Belgio ci vengono in mente soprattutto patatine, cioccolato e altri snack. È vero, una vacanza a Bruxelles è sicuramente un’occasione per assaggiare il suo street food, ma ridurre a questo la gastronomia belga è sbagliato. Anzi, negli ultimi anni il Belgio viene sempre più considerata una meta del turismo gastronomico e ci sono alcuni piatti che meritano un assaggio. Hai mai provato le Moules-frites? In fiammingo Mosselen-Friet sono cozze con patatine fritte. Cozze cotte al vapore con vino bianco, servite spesso con le patatine, per uno snack aperitivo davvero buono. Non storcere il naso, provale e vedrai che cambierai idea. Altrimenti, prova le classiche Frieten: sono le patatine fritte belga che non hanno bisogno di presentazioni. Qualche segreto: la patata deve essere una varietà morbida. Appena tagliata deve essere fritta non una ma ben due volte, prima a una temperatura più bassa e poi a una più elevata, spesso nello strutto (ma non necessariamente). Morbide dentro, croccanti fuori. Inimitabili. E in quanto a dolci, non è una vera vacanza a Bruxelles se non assaggi il dolce belga più famoso: il Wafle! Facciamo chiarezza: in realtà esistono due tipi di cialde che rispondono al nome di Wafle. Uno è il Wafle di Bruxelles, spesso condito con cioccolata, gelato o panna montata, di forma rettangolare a sfoglia. L’altra è il Wafle de Liége, dai bordi arrotondati con lo zucchero caramellato, appiccicoso, dolce e buonissimo. È questo il wafle più famoso e più venduto per le vie del centro di Bruxelles.

Come spostarsi per le vie di Bruxelles

Dal tuo appartamento a Bruxelles il modo più facile per raggiungere i punti di interesse più importanti è la metropolitana, composta da un totale di 6 linee, efficientissime e puntuali. Sul posto troverai tutte le informazioni possibili, nel frattempo ti diciamo che per andare raggiungere l’Atomium dovrai prendere la metro 2 o 6, mentre per i parchi le linee di riferimento sono la 1 e la 5. Attenzione che la metropolitana chiude a mezzanotte, ma i mezzi di superficie sono ugualmente efficienti e sono presenti una serie di autobus notturni. Capitolo prezzi: l’efficienza si paga, anche se non moltissimo se paragonata ad altre città europee. 2,50€ per il biglietto singolo. In estate, comunque, ti consigliamo di sfruttare una delle caratteristiche di Bruxelles. Quella di essere una città bici-friendly, con negozio di noleggio biciclette in ogni angolo. Oppure, perché no, il modo migliore per scoprire ogni angolo del centro di Bruxelles è certamente quello di passeggiare e perdersi tra i suoi vicoli. Per un’esperienza ancora più autentica, a partire dalla tua casa vacanze nella capitale belga.

Patatine e altri piatti da provare a Bruxelles

Pensando al Belgio ci vengono in mente soprattutto patatine, cioccolato e altri snack. È vero, una vacanza a Bruxelles è sicuramente un’occasione per assaggiare il suo street food, ma ridurre a questo la gastronomia belga è sbagliato. Anzi, negli ultimi anni il Belgio viene sempre più considerata una meta del turismo gastronomico e ci sono alcuni piatti che meritano un assaggio. Eccone un piccolo elenco:

  • Moules-frites: in fiammingo Mosselen-Friet sono cozze con patatine fritte. Cozze cotte al vapore con vino bianco, servite spesso con le patatine, per uno snack aperitivo davvero buono. Non storcere il naso, provale e vedrai che cambierai idea.
  • Frieten: sono le patatine fritte belga che non hanno bisogno di presentazioni. Qualche segreto: la patata deve essere una varietà morbida. Appena tagliata deve essere fritta non una ma ben due volte, prima a una temperatura più bassa e poi a una più elevata, spesso nello strutto (ma non necessariamente). Morbide dentro, croccanti fuori. Inimitabili.
  • Balletjes: sono le famose polpette di carne belga, mix di carne bovina e suina, servite solitamente in salsa di pomodoro.
  • Stufato Fiammingo: tipico piatto belga, composto da manzo cotto molto lentamente in birra belga. Tipico comfort food da gustare in casa in una fredda giornata invernale di Bruxelles.
  • Crocchette di gamberetti grigi: sono i gamberetti del Mare del Nord, molto diffusi nel quartiere di Santa Caterina. Semplicemente impanati e fritti, costituiscono un ottimo snack e aperitivo, per accompagnare una buona birra belga.
  • Wafle: non è una vera vacanza a Bruxelles se non assaggi il dolce belga più famoso. Facciamo chiarezza: in realtà esistono due tipi di cialde che rispondono al nome di Wafle. Uno è il Wafle di Bruxelles, spesso condito con cioccolata, gelato o panna montata, di forma rettangolare a sfoglia. L’altra è il Wafle de Liége, dai bordi arrotondati con lo zucchero caramellato, appiccicoso, dolce e buonissimo. È questo il wafle più famoso e più venduto per le vie del centro di Bruxelles.