Appartamenti Vacanze Torino

Scelta di Case vacanze a Torino

B&b e alloggi economici a Torino

Stai cercando un b&b o una casa vacanza a Torino? Sei nel posto giusto! Confronta tutte le offerte del web per bed and breakfast, case e appartamenti vacanze a Torino e prenota il tuo alloggio a partire da soli 29€ al giorno! Confronta gli affitti a Torino centro, anche da privati, e prenota ora! La città della Mole ti sta aspettando, con le sue piazze e le sue strade piene di storia. Una città ricca di cultura e musei, come il Museo Egizio e il Museo del Cinema. Cerca b&b economici in centro o b&b a Torino Porta Nuova per stare a due passi da Piazza San Carlo e il magnifico Palazzo Madama. Inserisci numero di persone e date del tuo viaggio a Torino: in pochi secondi ti mostreremo tutte le offerte dei siti di affitti più famosi, in una sola pagina. Vedrai posizionate le case vacanza a Torino su una mappa interattiva, per sapere sempre dove alloggiare. Potrai filtrare le offerte in base ai tuoi servizi preferiti: appartamenti con wi-fi, con parcheggio, colazione inclusa. Confronta i migliori alloggi in affitto a Torino e blocca subito la tua soluzione migliore. Allora, sei pronto a partire? Il tuo appartamento vacanze a Torino ti aspetta!

Le zone migliori dove alloggiare nel capoluogo piemontese

Torino è stata la prima capitale d’Italia ed è uno dei più importanti centri economici, culturali e universitari d’Italia. Grazie alle sue bellezze e ai suoi musei Torino è una delle città più visitate e, pur non raggiungendo ancora i livelli di Roma e Firenze, sono sempre di più i turisti, anche stranieri, a organizzare una vacanza sotto la mole. Con quasi 2 milioni di abitanti, Torino è il quarto comune italiano per popolazione, oltre a essere città natale di alcuni grani simboli del Made in Italy. Tra questi la Fiat, che tanto ha segnato la storia di questa città. Torino è una città perfetta soprattutto per un weekend e dispone di una gran quantità di case e appartamenti vacanze dove alloggiare. Ma quali sono le zone migliori dove dormire a Torino? Proviamo a darti qualche indicazione.

  • Centro: gli appartamenti in centro a Torino sono le soluzioni preferite dai turisti. Quest’area comprende tutti i monumenti principali della città, come la Mole Antonelliana, la Cattedrale di San Giovanni Battista, il Museo Egizio e il Palazzo Reale. Se cerchi un b&b vicino a Torino Porta Susa o Porta Nuova, le due stazioni principali, alloggerai qui. Sì, perché al contrario di quello che accade in altre città, qui le zone che circondano le stazioni sono state fortemente rivalutate e oggi costituiscono uno dei posti migliori dove alloggiare in centro.
  • Zona Fiera: è il cosiddetto Lingotto, una zona a sud e a qualche chilometro dal centro. Comunque gli appartamenti in zona Fiera sono tra i più ricercati, soprattutto in occasione di eventi alla Fiera di Torino.
  • Aurora: a nord del centro, Aurora è una zona molto carina che offre una buona quantità di affitti vacanze a Torino. Un’area tranquilla e rilassante, con localini e mercati delle pulci. Al suo interno si trova il famoso Mercato di Porta Palazzo.
  • Quadrilatero: anche conosciuto come il Quadrilatero Romano, è la zona perfetta dove cercare un appartamento vacanze a Torino per chi vuole vivere la vita notturna torinese. Una zona rivalutata negli ultimi anni, dal passato abbastanza malfamato, oggi è il luogo ideale dove passare una serata in compagnia in uno dei tanti bar delle sue stradine. Inoltre, all’interno del Quadrilatero sono presenti alcuni dei monumenti più importanti di Torino, tra i quali l’obelisco di Piazza Savoia, la Chiesa di Sant’Agostino, la Chiesa di Santa Chiara e la Casa del Senato.
  • San Salvario: uno dei quartieri maggiormente multietnici di Torino, situato nei pressi della stazione di Torino Porta Nuova. Gli alloggi a San Salvario, pur rimanendo comunque in centro, sono tra i più economici. All’interno di questo quartiere sulla riva del Po si trova il Parco del Valentino.
  • Vanchiglia: Borgo Vanchiglia è un’area con un’alta presenza di giovani studenti, data la sua vicinanza, oltre che con la Mole Antonelliana, con alcuni poli dell’Università di Torino. Di conseguenza, si tratta di un’ottima zona dove alloggiare per chi è alla ricerca della movida torinese. Al suo interno, inoltre, si trovano Piazzetta Santa Giulia e la celebre “Fetta di Polenta”, anche conosciuta come “Casa Scaccabarozzi”, uno degli edifici più stravaganti di Torino.
  • Crocetta: si tratta di uno dei quartieri storicamente più ricchi di Torino, ecco perché le case vacanza da queste parti hanno un prezzo leggermente maggiore. Oltre ai bellissimi palazzi in stile Liberty, qui potrai trovare il monumento al re Vittorio Emanuele II e la chiesa della Beata Vergine delle Grazie, intorno alla quale è costruito l’intero quartiere.
  • Cit Turin: in piemontese significa “Piccola Torino” ed è, infatti, un piccolissimo quartiere storico della città della Mole. Unico quartiere il cui nome è in lingua piemontese, è un elegante quartiere residenziale vicino al centro città, ed è il luogo ideale dove alloggiare per una vacanza tranquilla e rilassante.
  • Borgo Po: è il quartiere “dall’altra parte” del Po, sulla sponda orientale. Tra i suoi luoghi d’interesse la Chiesa della Gran Madre di Dio e il Monte dei Cappuccini, antico convento. Anche in questo caso, come Cit Turin, si tratta di un quartiere tranquillo, ideale per una vacanza all’insegna del relax.

Quando visitare la prima capitale italiana

Torino è una città universitaria e quindi sempre viva durante tutto l’anno, con eventi di ogni tipo che riempiono le sue serate. Una buona idea potrebbe essere visitare Torino in primavera, periodo durante il quale è possibile affittare case vacanze a 80€ a notte, mediamente. Certo è che l’estate è il momento più economico per un viaggio nella città della Mole, con i prezzi che calano del 30% nel mese di agosto, ma le temperature piuttosto elevate e il clima umido potrebbero essere un ostacolo. Tra gli eventi più importanti di Torino, che attirano visitatori da tutta Italia, ricordiamo il “Salone del Gusto” a settembre, il “Salone del Libro” a maggio e “Torino Film Festival” a dicembre. Per gli appassionati di sport e di calcio in particolare, Torino è sicuramente una città interessante, soprattutto in occasione del glorioso derby della Mole tra Torino e Juve. La Juventus, inoltre, negli ultimi anni, nella parte finale della stagione, ospita nel nuovissimo Juventus Stadium le squadre più gloriose d’Europa, per la fase finale della Champions League.

La Mole Antonelliana e altri luoghi da visitare

  • Mole Antonelliana: edificio simbolo della città, posto in pieno centro di Torino. Concepita da Alessandro Antonelli, da cui il nome, è stato per anni l’edificio più alto di Torino. Inizialmente, sulla punta della Mole, c’era una statua raffigurante un Genio Alato che però nel 1904, dopo un nubifragio, probabilmente colpita da un fulmine, si staccò e rimase in bilico sul terrazzo sottostante. Oggi è conservata all’interno della Mole, la quale ospita il Museo Nazionale del Cinema.
  • Museo Nazionale del Cinema: spettacolare raccolta di macchine, attrezzature, testimonianze e costumi del cinema, di cui ne ripercorre la storia. Non solo per cinefili: questo museo è in grado di appassionare chiunque. Con il biglietto di ingresso avrete anche accesso alla cupola della Mole, dalla quale il panorama su Torino è davvero incredibile.
  • Museo Egizio: un vero e proprio precursore, il Museo Egizio di Torino è stato il primo museo del genere al mondo ed è secondo, per numero di oggetti, solo al Museo del Cairo. Il biglietto di ingresso costa 13€ e una visita è altamente consigliata.
  • Piazza San Carlo: il “salotto di Torino”, una piazza centralissima, una delle piazze più importanti della città e d’Italia. Al suo interno, sul lato sud della piazza, sono presenti le cosiddette due chiese “gemelle”. In realtà, più che gemelle sarebbe corretto dire che si sono copiate nel tempo, ma comunque sia oggi fanno da sfondo a questa piazza, creando una vista complessiva davvero particolare e unica.
  • Palazzo Reale di Torino: storico edificio nel cuore della città, il Palazzo Reale di Torino è la più importante tra le antiche residenze sabaude in Piemonte. Costruito tra il XCI e il XVIII secolo, questo palazzo merita assolutamente una visita: un tuffo nel passato e nel lusso della dinastia sabauda, in un ambiente che ricorda molto Versailles.
  • Sacra Sindone: lenzuolo di lino che, secondo la tradizione, venne usato per avvolgere il corpo di Gesù nel sepolcro. Oggi viene conservata nel Duomo di Torino, all’interno della Cappella della Sindone.
  • Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja: Patrimonio dell’UNESCO, questo imponente palazzo, altro simbolo di Torino, ospita oggi il Museo Civico di Arte Antica, riaperto nel 2006 dopo un lungo periodo di restauro.
  • Palazzo Carignano: al suo interno si trova il Museo del Risorgimento. Affacciato sull’omonima e splendida piazza, questo edificio fu in passato la dimora ufficiale dei Principi di Carignano, ramo di Casa Savoia. È uno degli edifici più importanti di Torino e fa parte delle residenze sabaude, Patrimonio Unesco.
  • Portici Monumentali: sono i portici che circondano Piazza Castello e costituiscono uno dei luoghi emblematici di Torino. Ospitano ristoranti e locali vari e sono la vera anima di Torino: pensa che l’intero sistema si estende, in totale, per circa 16 chilometri!
  • Museo d’Arte Orientale: una delle più grandi collezioni di opere e reperti asiatici di tutto il Paese. Si trova all’interno di Palazzo Mazzonis.
  • Chiesa di San Lorenzo: nota anche come Real chiesa di San Lorenzo, in quanto voluta dai Savoia, si trova sul lato nord-ovest della centralissima Piazza Castello.
  • Porta Palatina: proprio davanti al Duomo, in pieno Parco Archeologico di Torino, sorge questa porta che in epoca romana rappresentava il punto d’accesso da nord alla Augusta Taurinorum. A due passi dalla Porta Palatina si estende la zona di Porta Palazzo, la piazza più grande della città che ospita il mercato all’aperto più grande d’Europa. Insomma, una zona che merita quanto meno una passeggiata durante la tua vacanza a Torino.
  • Galleria Sabauda: istituita nel 1832 da Carlo Alberto, questa Galleria ospite la famosa collezione di Casa Savoia.
  • Castello di Rivoli: altra delle residenze Sabaude. Visitare questo castello, a pochi minuti da Torino, è una buona alternativa per una gita fuori porta.
  • Maschio della Cittadella: unico edificio superstite del complesso sistema difensivo torinese, edificato a partire dal 1564 in uno stile a cavallo fra quello rinascimentale e quello barocco.
  • Museo del Risorgimento: è il più grande spazio espositivo di storia di patria italiano, oltre che il più importante museo dedicato al Risorgimento italiano. Contiene reperti che vanno dal 1706 al 1946, anno di nascita della Repubblica Italiana.
  • Stadio Olimpico Grande Torino: si trova nel quartiere di Santa Rita e ospita, oltre alle partite in casa del Torino, anche incontri di rugby e altri eventi.
  • Juventus Stadium: chiamato ora Allianz Stadium, ospita dal 2011 le partite interne della Juventus. Uno stadio nuovo e ultratecnologico, che contiene un museo multimediale il cui biglietto permette anche di visitare le aree più esclusive dell’impianto.
  • Museo di Scienze Naturali di Torino: è il museo che, situato in pieno centro storico, mostra le più famose collezioni di storia naturale dell’Università di Torino.

La Bagna Cauda e oltre: la gastronomia torinese

Visitare Torino significa, per forza di cose, provare le specialità della cucina torinese. Una gastronomia unica, le cui origini sono profondamente radicate nel territorio e nella storia, nascendo da un connubio tra la tradizione contadina e le esigenze raffinate della Corte Sabauda. La cucina di Torino va provata assolutamente nelle cosiddette Piole, le osterie piemontesi tradizionali, anche se molti ristoranti moderni e raffinati ne propongono delle varianti e rivisitazioni davvero interessanti. Vediamo quali sono i piatti più famosi, che ti consigliamo di provare soprattutto se vai in vacanza a Torino nel periodo invernale/autunnale, trattandosi quasi sempre di piatti caldi… molto caldi.

  • Bagna Cauda: vero simbolo della gastronomia torinese, la bagna cauda è una salsina composta da acciughe dissalate e aglio, sciolti in olio bollente. Viene servita in apposite ciotoline riscaldate e tipicamente vi si immergono all’interno verdure crude e cotte durante tutto il pasto. Da provare assolutamente. Magari, ecco, non ordinatela in caso di primo appuntamento: l’aglio, in questo piatto, la fa da padrona!
  • Bagnet Verd: simile alla bagna cauda, in questo caso alle acciughe e all’aglio vengono aggiunti prezzemolo e mollica di pane imbevuta e poi strizzata di aceto e olio. La si usa per accompagnare la carne, come il tradizionale bollito, e sui tomini.
  • Agnolotti: guai a chiamarli ravioli, gli agnolotti sono agnolotti, punto. Ripeini di arrosto di carne e verdura cotta, vengono cotti nello stesso sugo dell’arrosto con burro e salvia. Nella variante “al Plin” sono leggermente più piccoli. E ugualmente buoni.
  • Bollito: un’altra istituzione, quasi leggendaria, della città di Torino e del Piemonte. La sua preparazione è un rito preciso e quasi sacro. La ricetta prevede diversi tagli di carne ed è importante che spalla, punta di petto, testina, lingua e coda vengano fatti bollire a lungo e poi serviti con le verdure e i vari contorni. Non è facile indovinare le diverse cotture dei diversi tagli, ma se ben riuscito, per gli amanti della carne, è un piatto da assaggiare assolutamente.
  • Finanziera: altro piatto antichissimo, risalente al medioevo, la cui preparazione permetteva di riutilizzare le parti scartate durante la macellazione di bovini e galletti (infatti uno dei suoi ingredienti principale è costituito proprio dalle creste di gallo). Il nome? Deriva probabilmente dal fatto che a un certo punto della sua storia questo piatto abbia abbandonato le tavole dei contadini, diventando una pietanza per l’elite torinese.
  • Bonèt: chiudiamo col dolce, un budino di antichissima tradizione a base di uova, zucchero, latte, cioccolato e licuore. Il termine Bonèt in passato indicava un cappello, che ricorda un po’ lo stampo a tronco di cono tipico di questo dessert. Da assaggiare in una delle tante pasticcerie del centro, ma ricordati anche di comprarne un po’ da portare a casa: sarà il ricordo più dolce che avrai della tua casa vacanze a Torino!